Il reticolo virtuale

Patent system EP 2 522 402 A1

Il reticolo virtuale a passo variabile è un ulteriore punto di forza del nostro sistema N2 ORS®, di cui è parte integrante. Lo abbiamo progettato e brevettato grazie all’incessante lavoro di ricerca e sviluppo portato avanti in oltre sessant’anni di esperienza nel settore delle atmosfere generate e controllate.

Il reticolo virtuale permette di ottimizzare le risorse utili all’intero processo di generazione e distribuzione dell’atmosfera auto-estinguente. Esso prevede la suddivisione “virtuale” dell’ambiente da proteggere in sezioni stabilite in fase di progettazione, in modo da poter analizzare prima e immettere poi l’atmosfera auto-estinguente.

Il nostro studio personalizzato tiene conto, oltre che delle normative che regolamentano l’analisi e l’immissione, di diversi fattori, come i parametri atmosferici, gli ingombri e le aperture presenti per il transito persone e merci.

In base alla mappatura che ne consegue, vengono collocate le tubazioni per l’analisi e l’immissione, i cui punti di prelievo e distribuzione avranno un passo variabile: più vicini nell’area perimetrale e più distanti nell’area centrale.

Vantaggi rispetto a un sistema di analisi e distribuzione tradizionale

Grazie al reticolo virtuale il nostro sistema evita le principali criticità derivanti dalla presenza di eventuali concentrazioni di ossigeno disomogenee.

Cause concentrazioni di ossigeno disomogenee

  • Immissione in un unico punto di consegna (massimo due)
  • Tempi lunghi nell’immissione
  • Stratificazione dell’ossigeno
  • Presenza di zone con maggiore dispersione di azoto

Soluzioni concepite con il sistema N2 ORS®

  • Immissione in più punti
  • Intervento mirato e veloce
  • Intervento solo dove necessario
  • Punti di analisi e immissione con passo variabile

Punti di forza del reticolo virtuale

  • ottimizza i consumi di energia e l’usura delle macchine
  • migliora la miscelazione del gas inerte con l’ossigeno
  • evita che l’ossigeno rilevato si propaghi nell’intera area
  • evita la presenza di zone disomogenee
  • facilita la rilevazione di eventuali punti critici, consentendo di intervenire nelle singole zone
  • riduce la quantità di atmosfera auto-estinguente da immettere nell’ambiente
  • attraverso il medesimo sistema di prelievo è facilmente integrabile l’impianto ASD, presente nelle attuali norme di riferimento

Il sistema di prelievo e analisi

Le tubazioni installate per l’analisi dell’area da proteggere sono caratterizzate da punti di prelievo, che aspirano costantemente l’aria fino a portarla ai rispettivi rivelatori.

Quando un sensore rileva un innalzamento dei livelli di ossigeno rispetto ai limiti stabiliti, comunica in maniera tempestiva alla centrale di controllo da quale area virtuale deriva.

Il sistema di distribuzione

Ricevuti i valori dal sensore, la centrale di controllo verifica se questi si discostino da quelli voluti ed eventualmente attiva i generatori, che produrranno l’atmosfera auto-estinguente; questa verrà immessa nella zona compromessa, riportando così il tasso di ossigeno ai livelli stabiliti.

La sinergia del processo

È indispensabile che l’ambiente da proteggere rispetti i valori di tenuta necessari: il reticolo virtuale permette di ottimizzare sia il processo di analisi e immissione, sia il lavoro dei generatori dell’atmosfera auto-estinguente, garantendo un controllo continuo, una distribuzione omogenea accertata e minori costi di gestione.

N2ORS
Prodotti

Regolamenti

N2ORS
Applicazioni

Per maggiori informazioni sui nostri prodotti

Torna su